Tu sei qui: Home » Organizzazione » Direzione Generale » Ufficio stampa » Comunicati stampa » 2011.03.31 ----- Tecniche LEAN in sanità

2011.03.31 ----- Tecniche LEAN in sanità

TECNICHE LEAN IN SANITA’ PIU’ VALORE PER IL PAZIENTE

Genova - E’ possibile eliminare gli sprechi in sanità? La risposta arriva dall’Ospedale Galliera di Genova, che nell’ambito del convegno “Aumentare l'efficienza e migliorare la qualità col modello LEAN”, espone i risultati dell’applicazione delle tecniche lean alle attività cliniche e presenta la nascita della S.A.L.T.H., Scientific Association for Lean Training in Healthcare, la prima realtà nazionale finalizzata a promuovere l’introduzione e la formazione professionale dei percorsi lean nelle strutture sanitarie.

“Per definizione - spiega Adriano Lagostena, Direttore Generale dell’Ospedale Galliera e fondatore della S.A.L.T.H. - gli sprechi non portano alcun valore aggiunto al paziente, anzi. L’applicazione dei principi lean nell’ambito del percorso del paziente chirurgico ci ha consentito di individuare le dispersioni nelle singole attività, permettendoci di rimodulare il tracciato a favore del malato. Il traguardo si è concretizzato con il miglioramento di servizi, sicurezza, qualità, e anche di costi gestionali. Per questo stiamo procedendo con l’applicazione del sistema alla Radiodiagnostica. Con le tecniche lean – continua Lagostena – si raggiungono percorsi di attività più snelli ed efficienti. Non solo, il sistema ci consente di sviluppare una metodologia gestionale, che sta alla base della trasformazione organizzativa dell’attuale struttura in quella altamente innovativa del nuovo ospedale per Intensità di Cure che stiamo progettando”.

Il convegno di oggi fa parte di una “tre giorni” dedicata alla qualità che si compone di altri due momenti: domani venerdì 1 aprile “Quality Day 2011” con la premiazione dei progetti del Galliera che prevedono nell’applicazione un sensibile miglioramento della qualità, e sabato 2 aprile “Qualità delle cure e qualità percepita: dalla medicina dei bisogni alla medicina dei desideri” con un incontro aperto alla cittadinanza.

Identificazione delle linee cliniche/amministrative da modificare, analisi per capirne il valore e migliorare la performance, riconoscimento ed eliminazione dello spreco in termini di attese, spazio, sforzo, azioni ripetute sono a grandi linee i focus del Sistema Lean. “L’ospedale Galliera - dichiara Francesco Nicosia, Responsabile scientifico dell’evento e Direttore S.C. Anestesia e Rianimazione e del Blocco Operatorio Centrale del Galliera - è partito da circa tre anni con un percorso di formazione esteso a tutto al personale, anche amministrativo, iter che stiamo completando. E’ necessario che tutta l’organizzazione sia coinvolta per effettuare il cambiamento. Le tecniche lean ci insegnano a mettere in evidenza gli sprechi attraverso l’osservazione delle attività “in movimento”. Solo analizzando il flusso delle attività nel suo complesso si riescono a identificare le dispersioni e le ripetizioni. Per questo si parla di mappe di flusso del Valore: identificando la mappa dello stato attuale di ogni singola attività di un percorso si riesce ad intervenire per migliorare la visione e il funzionamento di quella futura. In pratica – conclude- si tratta di circa 12 tecniche organizzative trasversali, destinate a tutti gli operatori, che prendono spunto dal mondo dell’industria. Tecniche collaudate e flessibili, che con l'aggiunta di alcune variabili e correttivi, possono essere adattati al mondo sanitario con successo”.

Tra le novità dell’incontro genovese – moderato da Fabrizio Gianfrate, direttore del mensile Tecnica Ospedaliera– anche la presentazione dell’Osservatorio delle buone pratiche gestionali, gestito dalla HCM, che si occupa di monitorare le best practice organizzative, attraverso un’azione di reclutamento presso le aziende ospedaliere, riorganizzazione dei dati, ed elaborazione degli stessi al fine di produrre indicatori relativi alle buone pratiche gestionali finalizzati alla rimodulazione e messa a punto di percorsi snelli ed efficienti.

GG Qualità 2011

 

Azioni sul documento
Informazione in evidenza
Da luglio 2014 mamma, papà e neonato possono stare insieme senza limitazioni di orario e per questo sono state abolite le fasce orarie di visita precedentemente in vigore

La visita ai neonati

Da luglio 2014 mamma, papà e neonato possono stare insieme senza limitazioni di orario e per questo sono state abolite le fasce orarie di visita precedentemente in vigore
L'ascensore montalettighe n.7 posto tra il padiglione B6 ed il padiglione B7 è fermo per consentirne l'integrale sostituzione.

Ascensore fermo e percorso alternativo

L'ascensore montalettighe n.7 posto tra il padiglione B6 ed il padiglione B7 è fermo per consentirne l'integrale sostituzione.
Chi può farlo è invitato a donare il sangue. La donazione del sangue è semplice, di breve durata, di nessuno o scarso impatto per l'organismo.

Donare il sangue

Chi può farlo è invitato a donare il sangue. La donazione del sangue è semplice, di breve durata, di nessuno o scarso impatto per l'organismo.
L'Ospedale informa...
Ambulatori - Punti CUP

.