Tenosinovite di De Quervain

Centro di Chirurgia della mano

E' una patologia infiammatoria cronica, che coinvolge due tendini localizzati alla base del pollice e la guaina di scorrimento che li avvolge.

Anatomia

A livello del polso, in particolare alla base del pollice, è presente una guaina tendinea sierosa che  ricopre due tendini molto importanti per il movimento del primo dito, ovvero l'abduttore lungo e l'estensore breve del pollice. La guaina ha fisiologicamente il compito di facilitare lo scorrimento dei tendini, lubrificandoli e diminuendone l'attrito.

Cause

La tenosinovite di De Quervain è causata da un'irritazione o un'infiammazione di questi due tendini. Questo processo flogistico coinvolge anche la guaina tendinea, che aumenta di volume. A causa dello stato infiammatorio, essa si gonfia comprimendo i tendini ed aumentando lo stato irritativo. Contemporaneamente, l'edema può arrivare a comprimere il ramo sensitivo del nervo radiale, che scorre poco al di sopra della guaina, aumentando il dolore e nei casi più gravi causando una perdita sensibilità al pollice. Inoltre la sinovia che circonda i tendini, a causa dell'infiammazione, non produce più la corretta quantità di liquido sinoviale, necessario per la lubrificazione degli stessi, contribuendo ulteriormente al perpetrarsi dello stato infiammatorio.

Tenosinovite 1

Questa patologia è più frequente nelle donne di mezza età, nelle puerpere (un tempo veniva chiamata “malattia delle balie”), può essere associata a patologie artritiche ed è correlata ad un prolungato ed eccessivo utilizzo del polso. L'utilizzo frequente del mouse è una delle cause più frequenti della patologia di De Quervain.

Sintomi

I sintomi più comuni sono:

  • Dolore al polso dal lato del pollice. Questo dolore si può irradiare all'avambraccio, ed è più intenso mentre si usano la mano ed il pollice, soprattutto afferrando oggetti, girando una schiave, scrivendo con una penna o utilizzando il mouse.
  • Gonfiore al polso alla base del pollice, in corrispondenza della zona di maggior dolore.
  • Sensazione di formicolio o perdita di sensibilità sul lato dorsale del pollice, che a volte coinvolge anche il dito indice.

Diagnosi

La diagnosi è clinica e strumentale.
Il test clinico più importante e di solito dirimente è il Test di Finklestein. L'operatore chiude il pollice del paziente nel pugno, e muove di scatto il polso verso il mignolo. Questo movimento causa un dolore forte a livello della guaina, ed è di solito dirimente per la diagnosi, che viene completata con un'ecografia.

test finklestein

Terapia

La terapia non chirurgica si avvale dell'utilizzo di un tutore, farmaci antinfiammatori, riposo da parte del paziente, terapia fisica quali ultrasuoni, laserterapia, tecarterapia. Sebbene queste cure possano risolvere la patologia in una parte dei casi, spesso è necessario l'intervento chirurgico.

Intervento chirurgico

Viene effettuato in anestesia locale, e consiste in un piccolo taglio alla base del pollice. Attraverso questa incisione, il chirurgo procede ad aprire la guaina che avvolge i due tendini, donando loro più spazio per il movimento e diminuendo l'attrito che causa lo stato infiammatorio cronico.
Dopo l'intervento è necessario un periodo di riposo, di solito di trenta giorni, durante il quale si può utilizzare la mano ma senza compiere eccessivi sforzi.

Complicanze

Infezione della ferita: è molto rara, e di solito curata con semplici antibiotici.
Recidiva della malattia: anch'essa è infrequente, sebbene l'attività lavorativa e manuale del paziente può contribuire al ripresentarsi della malattia.
Formicolio o perdita di sensibilità al pollice: estremamente rara, a volte il nervo sensitivo che passa vicino alla guaina può infiammarsi causando tali sintomi. Di solito, questi regrediscono.

 

Azioni sul documento
Informazione in evidenza
Dal 28 luglio, con l'apertura di un nuovo PUNTO CUP situato al padiglione 0B8, è attuata la prima fase della riorganizzazione dei punti CUP interni.

Variazioni organizzative Punti CUP

Dal 28 luglio, con l'apertura di un nuovo PUNTO CUP situato al padiglione 0B8, è attuata la prima fase della riorganizzazione dei punti CUP interni.
Da luglio 2014 mamma, papà e neonato possono stare insieme senza limitazioni di orario e per questo sono state abolite le fasce orarie di visita precedentemente in vigore

La visita ai neonati

Da luglio 2014 mamma, papà e neonato possono stare insieme senza limitazioni di orario e per questo sono state abolite le fasce orarie di visita precedentemente in vigore
L'ascensore montalettighe n.7 posto tra il padiglione B6 ed il padiglione B7 è fermo per consentirne l'integrale sostituzione.

Ascensore fermo e percorso alternativo

L'ascensore montalettighe n.7 posto tra il padiglione B6 ed il padiglione B7 è fermo per consentirne l'integrale sostituzione.
Chi può farlo è invitato a donare il sangue. La donazione del sangue è semplice, di breve durata, di nessuno o scarso impatto per l'organismo.

Donare il sangue

Chi può farlo è invitato a donare il sangue. La donazione del sangue è semplice, di breve durata, di nessuno o scarso impatto per l'organismo.
L'Ospedale informa...