Attività e indirizzi terapeutici

S.S.D. Servizio di immunoematologia e trasfusionale

Il Servizio di immunoematologia e trasfusionale (SIT), ha conseguito nel 2003 la certificazione ISO 9000,  che è stata confermata a tutte le visite ispettive successive.

Il SIT svolge una attività assistenziale rivolta sia verso l'ospedale che verso il territorio prestando supporto trasfusionale ai Servizi di Cure Domiciliari, ai medici mutualisti, alle associazioni di volontariato che si fanno carico di questa attività.

All'interno dell'Ospedale il SIT collabora attivamente con tutti i reparti e più specificamente con i reparti chirurgici ai quali fornisce supporto nell'ambito dei predepositi di sangue autologo, di cui cura l'organizzazione gestendoli spesso in regime di pre-ricovero, allo scopo di limitare i tempi di degenza. Fornisce il dovuto supporto trasfusionale, per il quale sono state concordate linee guida (MSBOS) coi direttori dei reparti interessati, e assicura   recuperi  intra-operatori sia in regime di urgenza che in regime di interventi programmati.

Il SIT eroga attività di consulenza trasfusionale a tutte le strutture di degenza interne e convenzionate .
I pazienti dimessi dal dipartimento di medicina,  medicine specialistiche e dai dipartimenti chirurgici, che richiedono terapia trasfusionale, possono accedere previa prenotazione al nostro ambulatorio, dove la prestazione viene erogata in giornata, negli orari previsti, allo scopo di evitare al paziente accessi ripetuti.

Il SIT collabora con la struttura complessa di ginecologia e S.S.C. Fisiopatologia preconcezionale e prenatale. Sono state stese le linee guida per la prevenzione della malattia emolitica da Rh nel neonato. Da questo studio è stata prodotta una brochure da consegnare alla popolazione interessata, anche tramite le ASL e i medici di famiglia. È stato istituito a questo proposito anche un indirizzo di posta elettronica dedicato.

Sono state attivate con successo le procedure per  la raccolta di sangue cordonale da avviare alla "Banca del cordone ombelicale" a scopo trapianto di cellule staminali.

Con la S.C. Neonatologia esiste un storica collaborazione per tutto ciò che concerne la consulenza immunoematologica sia riguardo alla malattia emolitica del neonato, sia  riguardo alle malattie immunologiche piastriniche da incompatibilità materno-fetale, con tempestiva erogazione dei componenti trasfusionali necessari, adeguatamente trattati (filtrazione, irradiazione) allo scopo di prevenire l'instaurarsi di una possibile GVH.

Lo scopo principale del SIT resta comunque la gestione del donatore di sangue, al fine di conseguire l'autosufficienza  sia a livello aziendale che regionale, gestendo anche i rapporti con le associazioni di volontariato. A questo proposito  dai reports regionali, il SIT Galliera risulta il secondo produttore in Liguria e primo per quanto riguarda le donazioni in Sede. Anche il settore Aferesi collabora attivamente al progetto regionale "produzione plasma" al fine di ottenere l'autosufficienza nazionale per la produzione di emoderivati. Il settore Aferesi esegue plasma-exchange per tutte le patologie che lo richiedono, sia in regime di ricovero che ambulatoriale.

Il SIT Galliera dà supporto trasfusionale alla S.S.D.Microcitemia, anemie congenite e dismetabolismo del ferro. A questo centro afferiscono pazienti affetti da varie forme di talassemia, drepanocitosi o altre emoglobinopatie spesso residenti fuori sede. Ad essi  vengono garantiti studi di compatibilità approfonditi in soggetti politrasfusi, spesso immunizzati. Le unità di emazie immunologicamente compatibili, sono prelevate o trattate secondo le esigenze individuali dei singoli pazienti. La ricerca di donatori con fenotipo eritrocitario particolare, viene programmata in base alle esigenze. La prestazione per i pazienti residenti fuori sede è erogata in giornata. Ad evitare sovraccarichi marziali, le drepanocitosi vengono trattate ambulatoriamente con eritro-exchange presso il nostro ambulatorio.

Sempre nell'ottica dei doveri istituzionali, il SIT Galliera collabora con IBMDR, gestendo tutte le fasi che accompagnano il Donatore di CSE nel suo lungo iter dall'adesione al progetto, fino alla donazione vera e propria. Si fa carico di organizzare tutti gli accertamenti specialistici e strumentali atti a garantire la sicurezza della donazione. Per quanto riguarda le donazioni di cellule staminali ematopoietiche  da donatore non consanguineo a fini trapianto, resa possibile nel 2005 da un decreto ministeriale, il SIT oltre all'attività svolta per garantire lo stato di salute del donatore, provvede a programmare la somministrazione di fattori di crescita, a monitorare la conta delle cellule staminali e a sottoporre il donatore ad aferesi nei giorni e nei modi previsti dal protocollo.

Il SIT Galliera è convenzionato con la struttura privata Villa Serena e con l'Ospedale Evangelico Internazionale per tutto ciò che concerne l'attività trasfusionale.

In sintesi l'attività del SIT prevede l'erogazione delle seguenti prestazioni:

  • Trasfusione di sangue, plasma, piastrine ed emoderivati in regime ambulatoriale o di ricovero
  • Fornitura ai Medici che agiscono sul territorio di unità di emocomponenti/emoderivati
  • Preparazione di colla fibrinica e gel di piastrine per chirurgia odontostomatologica e trattamento delle ulcere croniche o altre chirurgie sia in regime di ricovero che ambulatoriale
  • Salasso terapeutico
  • Aferesi terapeutica sia di plasma che di piastrine che di leucociti
  • Eritro-exchange
  • Visita di consulenza immunoematologica
  • Autotrasfusione per utenti che verranno operati in sede o in altre strutture ospedaliere o convenzionate italiane o estere
  • Terapia endovenosa per pazienti carenti di ferro
  • Donazioni di sangue intero
  • Donazione di plasma/piastrine
Azioni sul documento