Tu sei qui: Home » Organizzazione » Direzione Sanitaria » Strutture sanitarie - Unità di livello 1, 2 e 3 » S.C. Urologia » Attività e indirizzi terapeutici

Attività e indirizzi terapeutici

S.C. Urologia

Il reparto coordina e si avvale della collaborazione dei servizi urologici dell'Ospedale Evangelico rendendo più agevole e razionale l'accesso alle cure in un sistema integrato di area metropolitana.     
L'attività clinica include la diagnostica ed il trattamento delle principali patologie urologiche:

  • Patologie Prostatiche
    L'ipertrofia prostatica benigna interessa un gran numero di uomini al sopra dei 50 anni. Presso il servizio si esegue il trattamento chirurgico tramite la TURP bipolare, il trattamento con il Green Light Laser e l'Adenomectomia Prostatica a cielo aperto. Ogni indicazione al trattamento viene personalizzata sulla base dell'entità dei disturbi urinari e delle caratteristiche del paziente.
    Il tumore della prostata è il tumore più frequente nei maschi sopra i 50 anni di età. Presso l’ambulatorio viene effettuata la diagnosi della malattia tramite le biopsie convenzionali ed è possibile inoltre avvalersi dell'innovativa tecnica di fusione di immagine (fusione dell'immagine ecografica con l'immagine ottenuta alla risonanza magnetica).
  • Patologie tumorali
    • Tumore della vescica
      Si tratta del quarto tumore piùfrequente nei maschi e dell'undicesimo nelle donne. I pazienti affetti da tale malattia sono in gran parte fumatori o ex fumatori. Al momento della diagnosi la malattia si può presentare in due forme: i tumori superficiali e i tumori muscolo-invasivi. Nelle forme di malattia non invasiva si esegue la resezione endoscopia vescicale (TURB). Successivamente a seconda dei casi il paziente viene seguito mediante cistoscopie periodiche o potrà essere sottoposto a trattamenti farmacologici endovescicali. Presso il  servizio viene praticato da oltre 10 anni il trattamento profilattico endovescicale di associazione chemoterapia-ipertermia (Synergo®) per la riduzione delle recidive della patologia. Nella malattia muscolo invasiva o ad alto rischio di progressione viene eseguito l'intervento di asportazione della vescica che pratichiamo sia con tecnica videolaparoscopica che con tecnica a cielo aperto.
    • Il Tumore del rene e del surrene
      E' un tumore relativamente raro che riguarda nei due terzi dei casi gli uomini.
      Presso il servizio viene eseguita di routine la tecnica laparoscopica, anche per l'asportazione delle piccole neoformazioni renali con nefrectomia parziale. In particolare viene adottata la tecnica no-clamp, cioè senza interruzione del circolo renale, allo scopo di preservare la massima funzionalità del rene.  
      Inoltre vengono trattate sia le neoformazioni funzionanti che quelle non funzionanti del surrene mediante tecnica mini-invasiva videolaparoscopica trans-peritoneale o retroperitoneoscopica. E' in dotazione alle nostre sale operatorie la tecnologia per la videolaparoscopia in tre dimensioni (3D), quella per la laparoscopia in alta risoluzione (4K) e quella per la fluorescenza con verde di indiocianina per aumentare l'accuratezza chirurgica in corso di nefrectomia parziale.
    • Il Tumore del testicolo
      Si tratta del principale tumore solido dell'età giovanile, la diagnosi viene eseguita di solito per reperto all'autopalpazione della presenza di un nodulo duro, non dolente, nel contesto del tessuto testicolare. Il sospetto diagnostico viene indagato con l'esecuzione di una ecografia testicolare e di alcuni marcatori sierici (LDH, ß-hCG e αFP) e viene confermato dall'esame istologico dopo intervento orchifunicolectomia. La gestione della malattia richiede a seguire un team multispecialistico che comprende urologo, oncologo, anatomo-patologo e radiologo. Per il restante trattamento chirurgico presso il  servizio viene eseguita la linfoadenectomia retroperitoneale.
  • Calcolosi Urinaria
    L'incidenza della calcolosi urinaria è elevata in tutte le fasce di età, in special modo nei paesi con un stile di vita alto. Presso l’ambulatorio viene eseguito il trattamento in urgenza ed in elezione della calcolosi ureterale e renale. Mediante l'utilizzo di strumenti flessibili a fibre ottiche di ultima generazione (video-ureteroscopio flessible) è possibile eseguire la litrotrissia retrograda endorenale (RIRS), inoltre nelle forme di calcolosi maggiore viene eseguita la litotrissia renale per via percutanea (PCRL) e quella endoscopica per via combinata (ECIRS).
  • Andrologia
    Un ambulatorio settimanale è dedicato alle visite diagnostiche, di controllo e per eseguire esami specialistici. Viene praticata la chirurgia correttiva per incurvamenti del pene congeniti ed acquisiti, la chirurgia ricostruttiva dell'uretra, la chirurgia demolitiva e ricostruttiva nei tumori del pene.
    L'ambulatorio di andrologia coordina l'unità di gestione dell'Aging Male, ovvero il lavoro di urologia andrologi, geriatri, neurologi ed endocrinologia nella diagnosi e terapia dell'andropausa.
  • Centro per le Malattie Rare dell'Apparato Genitourinario, Età Adulta
    Presso questo centro viene eseguita la diagnosi e la terapia dell'incontinenza dell'uomo e della donna, dei prolassi urogenitali e delle problematiche di ordine neurologico.
    Nello specifico si eseguono la neuro modulazione sacrale, le iniezioni intradetrusoriali di tossina botulinica e la correzione laparoscopica dei prolassi urogenitali con posizionamento di rete T-loop. Per quanto riguarda l'incontinenza urinaria maschile si effettua il posizionamento degli sfinteri urinari artificiali ATOMS. Nelle forme di incontinenza urinaria femminile ad indicazione chirurgica vengono il trattamento viene eseguito in collaborazione con la S.C. Ginecologia nell'ambito del Centro Multidisciplinare di Uroginecologia.
Azioni sul documento