Numero Unico d'emergenza Europeo 112

La chiamata, sia da fisso che da cellulare, è gratuita, ed è gratuito anche il servizio, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni, su tutto il territorio nazionale. Gli operatori smistano le telefonate, dopo aver localizzato il chiamante e individuata l'esigenza, all'ente competente per la gestione dell' evento di emergenza: Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Emergenza Sanitaria.

In caso di chiamata da una cabina telefonica non è necessario inserire denaro, ed i cellulari (anche se la scheda SIM non ha più credito) sono abilitati ad effettuare chiamate verso il Numero Unico di Emergenza europeo 112 (Soccorso Sanitario, Carabinieri, Polizia e Vigili del Fuoco).

Il 112 mette in contatto il cittadino con una Centrale Operativa che riceve le chiamate ed invia personale specializzato e mezzi di soccorso adeguati alle specifiche situazioni di bisogno. La Centrale coordinerà il soccorso dal luogo dell’evento fino all’ospedale più idoneo.

Durante il colloquio è necessario rispondere con calma a tutte le domande poste dall'Operatore e comunicare con precisione e voce chiara:
il proprio nome, cognome e numero di telefono; il luogo dove è successo il fatto segnalato; cosa è successo; il numero e le condizioni delle persone coinvolte.

Quando chiamare il 112 (Emergenza Sanitaria)

  • grave malore;
  • incidente stradale, domestico, sportivo, sul lavoro;
  • necessità di ricovero urgente;
  • situazioni certe o presunte di pericolo di vita;

Quando non chiamare il 112 (Emergenza Sanitaria)

  • richiesta di ambulanza per intervento non urgente (ricoveri programmati, dimissioni ospedaliere);
  • richiesta del proprio medico di famiglia o della Guardia Medica;
  • consulenze medico-specialistiche;
  • informazioni di natura socio-sanitaria (orari ambulatoriali, visite, prenotazioni).
Azioni sul documento