COVID-19 e gravidanza: informazioni utili

Indicazioni per la gravidanza, il parto, l'allattamento, il neonato.

Se non ho ancora effettuato "ambulatorio 37esima settimana"?

All’ ambulatorio della 37esima settimana al Galliera cosa mi faranno?

Se al tampone a 38 settimane risulto positiva, dove devo partorire?

Se sono COVID + come posso recarmi nel vostro ospedale per il parto?

Se sono COVID + e sintomatica (febbre, difficoltà respiratorie, tosse..) posso partorire presso il Galliera?

Potrò partorire o dovrò fare un taglio cesareo?

Se devo prenotare un taglio cesareo?

Il pronto soccorso ostetrico del Galliera è sempre aperto?

L’ambulatorio ostetrico è sempre attivo?

Per fare la partoanalgesia in altri ospedali come devo fare?

Durante la degenza devo portarmi mascherine, disinfettante?

Sono sempre attivi i corsi pre parto online al Galliera?

E’ possibile che il mio bambino si sia infettato da SARS-COV 2 durante la gravidanza?

Durante il travaglio, il parto e la degenza potrà essere presente un cargiver?

Il mio bambino starà bene alla nascita?

Dopo il parto, io e il mio bambino saremo separati? Potrò effettuare il contatto pelle a pelle e il rooming in?

Potrò effettuare la pratica di clampaggio tardivo del cordone ombelicale?

Potrò allattare?

Mio figlio potrà infettarsi dopo il parto? Se succedesse, quali sintomi potrebbe manifestare?

A quali esami dovrà essere sottoposto mio figlio?

Quanto tempo dovremo stare ricoverati io e il mio bambino?

Dovrò aspettare che il mio tampone sia negativo per poter rientrare a casa?

Dopo la dimissione che controlli dovrà effettuare il mio bambino?


 

Se non ho ancora effettuato "ambulatorio 37esima settimana"?

Sia nel caso lei sia COVID positiva che negativa può eseguire le necessarie visite/esami presso la nostra Struttura, chiamando il numero 010 563 4711 o 010 563 4701

 

All’ ambulatorio della 37esima settimana al Galliera cosa mi faranno?

Esami del sangue, tampone COVID, tampone vaginale per streptococco e avrà tutte le informazioni per colloquio con anestesista per partoanalgesia e neonatologo.

 

Se al tampone a 38 settimane risulto positiva, dove devo partorire?

Se alla 38° ha per la prima volta tampone COVID positivo non lo ripeterà fino al ricovero e può partorire all’ospedale San Martino o al Galliera, se ha tampone COVID negativo, anche se precedentemente è stata positiva, viene inviata ad altro ospedale cittadino.

 

Se sono COVID + come posso recarmi nel vostro ospedale per il parto?

Esclusivamente chiamando l’ambulanza al 112.

 

Se sono COVID + e sintomatica (febbre, difficoltà respiratorie, tosse..) posso partorire presso il Galliera?

Il centro di riferimento in questo caso è l’ospedale San Martino.

 

Potrò partorire o dovrò fare un taglio cesareo?

La positività per SARS-CoV-2 non è un’indicazione al taglio cesareo di elezione.

Quindi nelle donne SARS-CoV-2 positive con un quadro clinico favorevole, la modalità del parto è indipendente dalla presenza del virus e segue le indicazioni correnti all’espletamento del parto per via vaginale.

Allo stato attuale delle conoscenza, tuttavia, il parto in acqua deve essere evitato per il rischio potenziale di trasmissione attraverso le feci e perché i DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) non sono impermeabili.

 

Se devo prenotare un taglio cesareo?

Prenoti l’ambulatorio come sopra indicato e riceverà le informazioni per eseguire il tampone COVID in base al quale sarà indirizzata nell’ospedale di riferimento: se negativa Gaslini, San Martino o Villa Scassi in base alle sue preferenze, se positivo , San Martino o Galliera.

 

Il pronto soccorso ostetrico del Galliera è sempre aperto?

Si, il pronto soccorso ostetrico è sempre attivo 24 h su 24.

 

L’ambulatorio ostetrico è sempre attivo?

Si, potrà far seguire la sua gravidanza presso il nostro ambulatorio sia se è COVID positiva che negativa, tramite prenotazione al numero 010 563 4701 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 14.00 previa ricetta medica. Lo stesso vale per le visite post partum sia che abbia partorito al Galliera o in altro ospedale.

 

Per fare la partoanalgesia in altri ospedali come devo fare?

Ospedale San Martino: al momento del ricovero nel reparto ostetrico verrà eseguita consulenza anestesiologica e consenso per epidurale.

Gaslini: verrà preso appuntamento con anestesista dell’ospedale durante l’ambulatorio della 37esima settimana.

 

Durante la degenza devo portarmi mascherine, disinfettante?

Al ricovero e durante la degenza verranno fornite le mascherine e disinfettante per le mani.

 

Sono sempre attivi i corsi pre parto online al Galliera?

Si! per prenotarsi chiamare 010-5634944 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 14.00.

 

E’ possibile che il mio bambino si sia infettato da SARS-COV 2 durante la gravidanza?

La trasmissione verticale (cioè durante la gravidanza o il parto) del virus SARS-CoV-2 non può essere esclusa, ma, allo stato attuale delle conoscenze, è considerato un evento raro.

Non c’è al momento evidenza di un aumentato rischio di aborto, di alterazione della crescita o di effetti teratogeni (cioè di anomalie o malformazioni) sul feto.

E’ stata riscontrata tuttavia una maggiore frequenza di parto pretermine.

 

Durante il travaglio, il parto e la degenza potrà essere presente un cargiver?

Per limitare il più possibile la diffusione del contagio, l’accesso alla sala parto e al reparto in toto sarà possibile solo alla mamma.

 

Il mio bambino starà bene alla nascita?

Il fatto di nascere da una madre SARS-CoV-2 positiva non aumenta di per sè il rischio di sofferenza alla nascita rispetto ai neonati da madre SARS-CoV-2 negativa.

 

Dopo il parto, io e il mio bambino saremo separati? Potrò effettuare il contatto pelle a pelle e il rooming in?

Se le condizioni cliniche di mamma e bambino lo consentiranno, non sarà necessario separare il bambino dalla mamma.

Il contatto pelle a pelle è consigliato perché i benefici per la salute del neonato superano i rischi potenziali di trasmissione e di patologia legata al SARS-CoV-2 a patto che vengano rispettate le norme igienico sanitarie previste.

Se le condizioni cliniche di entrambi lo consentiranno, le madri potranno rimanere in stanza giorno e notte con il proprio bambino se verranno rispettate le norme igienico sanitarie previste.

 

Potrò effettuare la pratica di clampaggio tardivo del cordone ombelicale?

Il ritardato clampaggio del cordone ombelicale (DCC) è una pratica clinica che prevede di 'prolungare' il tempo di separazione del neonato dalla madre dopo il parto per favorire il passaggio di sangue dalla placenta al bambino garantendo così una fase di transizione feto-neonatale più fisiologica.
Non è noto se la pratica possa essere protettiva per il bambino o aumentare un eventuale passaggio del SARS-CoV-2. Tuttavia sembra improbabile che dopo il periodo di esposizione in utero, il breve periodo di clampaggio tardivo possa aumentare il rischio infettivo. Pertanto i noti benefìci di questa pratica sul neonato si ritengono superiori ai rischi.

 

Potrò allattare?

Le attuali evidenze non confermano la presenza del virus nel latte materno. I benefici dell’allattamento superano ampiamente i potenziali rischi. Il rischio connesso all’allattamento è legato al contatto ravvicinato con la madre e alla possibile trasmissione del virus tramite le goccioline di saliva. Per tale motivo è fondamentale rispettare pienamente le norma igienico sanitarie.

Qualora non sia possibile l’allattamento diretto del neonato, si passerà all’allattamento tramite latte materno spremuto, manualmente o meccanicamente . Qualora fosse necessario sospendere transitoriamente l’allattamento, sarà possibile riprenderlo successivamente (rilattazione).

 

Mio figlio potrà infettarsi dopo il parto? Se succedesse, quali sintomi potrebbe manifestare?

Nonostante il corretto rispetto delle norme igienico sanitarie previste non è possibile azzerare il rischio di eventuale trasmissione del virus da un soggetto positivo al neonato (trasmissione orizzontale tramite “goccioline” e/o da contatto con le secrezioni). L’incidenza di contagio neonatale varia nelle casistiche dal 2 al 7%. La maggior parte dei neonati infetti da Sars-CoV-2 risultano asintomatici o con sintomi lievi e con ottima prognosi. I neonati prematuri potranno tuttavia evidenziare quadri clinici più impegnativi.

 

A quali esami dovrà essere sottoposto mio figlio?

Il neonato effettuerà controlli seriati del tampone nasale. Ulteriori accertamenti saranno da valutare in base al decorso clinico.

 

Quanto tempo dovremo stare ricoverati io e il mio bambino?

Il periodo di degenza dovrà essere valutato caso per caso e dipenderà non solo dalle condizioni cliniche di mamma e bambino ma anche dal pieno recepimento delle regole dell’accudimento protetto e, non ultimo, dalla possibilità di assicurare a domicilio le misure corrette di isolamento qualora la puerpera risultasse ancora positiva al tampone o in caso di positività del tampone in altri conviventi. Il tempo medio di degenza sarà difficilmente inferiore ai 4-6 giorni.

 

Dovrò aspettare che il mio tampone sia negativo per poter rientrare a casa?

Se le condizioni cliniche di madre e neonato lo consentiranno e sarà possibile garantire l’isolamento per evitare di estendere il contagio ad altri conviventi, il rientro al domicilio sarà possibile anche in caso di persistenza di tampone materno positivo.

Ugualmente, in caso di positività del tampone in altri conviventi, il rientro a casa sarà consentito se verrà garantito l’isolamento della coppia madre neonato.

 

Dopo la dimissione che controlli dovrà effettuare il mio bambino?

Le tempistiche e le modalità dei controlli verranno valutate in base al decorso clinico. Quando possibile i controlli verranno effettuati tramite video-chiamata utilizzando la piattaforma dedicata MEET Galliera o in alternativa tramite il servizio domiciliare dedicato. Per rendere più efficaci queste valutazioni si consiglia di avere in casa una bilancia per neonati.

 

Per informazioni: infomaternoinfantile@galliera.it


 

Approfondimento

COVID-19 e gravidanza: informazioni utili per le pazienti (FAQ elaborate dalla Società Italiana di Ecografia ostetrica e ginecologica - SIEOG)

Azioni sul documento
Nido virtuale

L'inserimento delle fotografie dei neonati è momentaneamente sospeso per problemi tecnici, le fotografie saranno inserite al più presto possibile. Ci scusiamo con gli utenti.

Percorso nascita

Foto neonati