Tu sei qui: Home » Organizzazione » Direzione Sanitaria » Strutture sanitarie - Unità di livello 1, 2 e 3 » Centro di chirurgia robotica

Centro di Chirurgia Robotica

Coordinatore Dott. Carlo Introini

Livello 2 Chirurgico - media intensità di cure

Introini

Dott. Carlo Introini

L'Ente è dotato di due tipologie di chirurgia robotica:

  • Il sistema chirurgico da Vinci per la chirurgia mininvasiva robot-assistita del dipartimento di chirurgia addominale;
  • Il Sistema Mako, piattaforma robotica ad alta tecnologia, per la chirurgia protesica in ortopedia.

Obiettivo del Centro è garantire in primis un'appropriata risposta chirurgica mediante questa tecnologia nell'ottica multidisciplinare di gestione del sistema nell'area territoriale di competenza Galliera-ASL3 di Genova Obiettivo principale sarà vigilare sull'appropriatezza nell'utilizzo delle apparecchiature, proprio per garantire una reale valutazione costi/benefici ed un utilizzo razionale delle risorse (blocchi operatori, equipe e programmazione chirurgica).

Ulteriori obiettivi sono:

  • Ottimizzare il percorso del paziente da sottoporre a chirurgia robotica
  • Formazione
  • Didattica
  • Ricerca.

Il Centro inoltre eseguirà valutazioni in merito all'appropriatezza gestionale ed alle possibili innovazioni derivanti dall'adozione di tale tecnologia.

 

SCOPO E SPECIFICI AMBITI DI OPERATIVITÀ DEL CENTRO

Il Centro si occupa dell'intero percorso gestionale-clinico del paziente da sottoporre a chirurgia robotica, dall'inserimento in lista d'attesa alla dimissione.

Costituisce un progetto pilota di un polo per la chirurgia robotica dell'area territoriale di competenza Galliera-ASL3 di Genova, con l'obiettivo di ridurre i costi di gestione e standardizzare le procedure, in modo da evitare sprechi di risorse e perseguire l'appropriatezza d'uso.

Scopo:

  1. definire i criteri di eleggibilità all'utilizzo di tale tecnologia,
  2. centro di formazione e didattica: costruzione di un percorso didattico di formazione continuativa per team multidisciplinari (infermieri-chirurghi-anestesisti) nell'ambito della chirurgia robotica
  3. avviare filoni di ricerca interdipartimentale ed interdisciplinare, ivi compresa quella di ingegneria gestionale e clinica, volte ad individuare prove di efficacia significative della chirurgia robotica al fine di stimare il rapporto incrementale costo-efficacia rispetto alle tecniche di chirurgia tradizionali.
  4. realizzazione concreta dei principi della clinica! governamce;
  5. sviluppo di linee di ricerca clinica e sperimentale in collaborazione con l'Università e gli Istituti Scientifici e Tecnologici.

 

COORDINAMENTO ED AREE DI RESPONSABILITÀ

Il coordinamento e la responsabiltà scientifica del Centro sono affidati al Direttore della S.C. di Urologia afferente al Dipartimento della Chirurgia Addominale dell'Ente che ha l'obiettivo di garantire e gestire gli obiettivi clinici e scientifici del Centro.

Nell'ambito del Centro si identificano le seguenti figure professionali:

  • Referente S.C. Urologia: Dirigente Medico esperto di chirurgia robotica Dott.ssa Antonia Di Domenico
  • Referente S.C. Ortopedia delle Articolazioni: Dirigente Medico esperto di chirurgia robotica Dott. Matteo Coviello
  • Referente Anestesia e Rianimazione: Dirigente Medico esperto di chirurgia robotica Dott.ssa Claudia Brusasco
  • Referente S.C. Chirurgia Generale ed Epatobiliopancreatica: Dirigente Medico esperto di chirurgia robotica Dott. Federico Costanzo
  • Referente S.C. Ginecologia e Ostetricia: Dirigente Medico esperto di chirurgia robotica Dott. Andrea Magnasco
  • Referente IP di Sala Operatoria: Infermiere esperto di chirurgia robotica Salvatore lntemicola
  • Referente ASL 3: Dirigente Medico S.C. Urologia Ospedale Villa Scassi Dott. Carlo Ambruosi
  • Referente DS: Direttore Sanitario Dott. Francesco Canale
  • Referente S.C. Controllo di Gestione: Dirigente S.C. Controllo di Gestione Dott.ssa Paola Giunciuglio
  • Referente Uff. Innovazione, sviluppo e Applicazione Lean: Dirigente Ufficio lng. Carlotta Patrone.

Il gruppo si avvarrà periodicamente del supporto di figure professionali che saranno ritenute, di volta in volta, utili per il perseguimento degli obiettivi sopracitati. Sarà inoltre auspicate collaborazioni con il territorio per un ottimale sfruttamento della chirurgia robotica.

Le attività e le funzioni in tale ambito sono svolte in stretta correlazione e sinergia con la Direzione Sanitaria, il Dipartimento area delle terapie intensive e la S.C. Professioni Sanitarie.

Azioni sul documento