Attività ed indirizzi terapeutici

S.S.D. Cure palliative

SERVIZIO DI TELEMEDICINA

In considerazione dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia per Covid 19 è stato attivato il servizio di consulenza di cure palliative da remoto, o televisite.
Il servizio è destinato a coloro che hanno dolore oncologico e non oncologico e/o sintomi invalidanti che non possono recarsi fisicamente c/o il Nostro Ente Ospedaliero Galliera per sottoporsi a visite e controlli.

Si può telefonare dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00 allo 010 5634389 oppure si può inviare una mail a curepalliative@galliera.it Vi risponderà un Medico della Struttura Cure Palliative (Dott.ssa Erica Tavella) con cui si indagherà la natura del problema e si stabilirà il percorso più appropriato, dei servizi offerti dalla S.S.D . Cure Palliative.


La S.S.D. Cure Palliative, istituita nel Luglio 2009 secondo il modello organizzativo della “Rete Genovese di Cure Palliative” (D.G.R. N° 349, 7 aprile 2009), svolge attività clinico assistenziale e di ricerca diretta sia ai malati neoplastici sia ai pazienti con gravi patologie cronico-degenerative invalidanti, attraverso un approccio multiprofessionale. La Struttura svolge l’attività nel setting ospedaliero (ambulatorio; day hospital; consulenze nei reparti di degenza dell’Ente). L’attività clinica passa dall’inquadramento fisiopatologico del dolore e dei sintomi invalidanti, alla programmazione di una strategia terapeutica personalizzata, senza escludere i caregiver, offrendo un supporto anche psico-sociale.

Il continuo progresso medico-scientifico sia nel settore diagnostico che terapeutico ha contribuito ad aumentare l’aspettativa di vita dei pazienti affetti da malattie croniche maligne o benigne. Pertanto uno degli obiettivi principali nella cura di questi malati è divenuto il miglioramento della "Qualità di Vita".

Le Cure palliative pongono al centro della loro attenzione il malato nella sua globalità con tutte le sue problematiche non solo fisiche, ma anche psichiche, sociali e spirituali.

Il miglioramento della "Qualità di Vita" dei malati si concretizza nel saper affrontare e cercare di gestire al meglio, in un’ottica di lavoro di gruppo multiprofessionale, non solo il dolore nei suoi diversi aspetti, ma anche gli effetti collaterali delle terapie “specifiche”, compresi i sintomi fisici, la paura, l’ansia e la depressione che accompagnano il progredire della malattia determinando uno stato di “sofferenza globale”.

Le cure palliative costituiscono un nuovo approccio al malato ed alla sua famiglia, per aiutare a ridurre e gestire il più possibile il dolore e la sofferenza. Questa modalità di intervento non deve essere riservata solo alle fasi più avanzate della malattia ma ogni qualvolta il paziente ne abbia bisogno, affiancandosi alla terapie convenzionali.

L’attività di informazione ed educazione sanitaria nei confronti del paziente e dei suoi familiari è parte integrante del percorso assistenziale, oltre che il presupposto necessario perché tale tipo di supporto possa essere accettato e garantire i risultati migliori.

Azioni sul documento