Chiarimenti

Gara di progettazione preliminare

Chiarimento 1) rif. prot. gen. n.4071/09

Si comunica che, con provvedimento n. 134 del 10.02.2009, il codice CIG indicato al punto II.1.1) del bando di gara, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea n. 2009/S24 del 5.02.2009, e al punto 2 del disciplinare di gara è stato rettificato da n. 357821 a n. 0270471FB6 (avviso di rettifica pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea n. 2009/S29 del 12.02.2009).

Pertanto per il versamento del contributo al finanziamento dell'Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori Servizi e Forniture, previsto al punto 10.3. del disciplinare di gara, dovrà essere utilizzato il seguente codice:

CIG 0270471FB6

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

 data di inserimento 12.2.09

 


Chiarimento 2) rif. prot. gen. n.5333/09

Con la presente siamo a chiedere chiarimenti in merito alla possibilità di partecipazione alla gara in oggetto come raggruppamento temporaneo da costituirsi di cui all'art. 90, comma 1, lett. g) del D.Lgs. 163/06.
L'art. 6.2 del disciplinare di gara riporta quanto segue: "Nel caso di istanza presentata da parte di raggruppamento temporaneo di cui all'art. 90, comma 1, lettera g), del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, i requisiti finanziari e tecnici richiesti alle precedenti lettere b1), b2) e b4), devono essere posseduti, alla data di pubblicazione del bando, dal soggetto capogruppo mandatario in misura non superiore al 60%. La restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti. Il soggetto mandatario dovrà in ogni caso possedere i requisiti in misura maggioritaria."
Al tal fine, per una maggiore chiarezza, chiediamo di specificare l'effettiva percentuale minima che il soggetto Capogruppo/Mandatario deve possedere per ricoprire tale ruolo.

Risposta (rif. prot. gen. n.7547/09):

Ai sensi del punto 6.2 del disciplinare di gara nel caso di "... istanza presentata da parte di raggruppamento temporaneo di cui all'art.90, comma 1, lettera g), del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, i requisiti finanziari e tecnici richiesti alle precedenti lettere b1), b2) e b4), devono essere posseduti, alla data di pubblicazione del bando, dal soggetto capogruppo mandatario in misura non superiore al 60%. La restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti. Il soggetto mandatario dovrà in ogni caso possedere i requisiti in misura maggioritaria.".
Non risulta, pertanto, possibile specificare, in linea generale, la quota percentuale minima che il mandatario deve possedere. Ai fini dell'ammissione alla gara è, tuttavia, necessario che la quota dei requisiti (di cui alle lettere b1, b2 e b4) imputabile al mandatario sia superiore a quella/e imputabile/i a ciascuna delle mandanti del r.t.i..

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 16.3.09

 


Chiarimento 3) rif. prot. gen. n.5721/09

Nel caso partecipazione sotto forma di costituendo raggruppamento temporaneo si chiede di chiarire se è corretto interpretare il punto 6.2. nel modo seguente:
- qualora una società possieda una percentuale superiore al 60% dei requisiti richiesti, può comunque assumere il ruolo di capogruppo purchè i mandanti possiedano cumulativamente almeno il 40% dei requisiti stessi;
- dato che il disciplinare non riferisce esplicitamente la "misura maggioritaria" richiesta al capogruppo ai requisiti b1), b2) e b4), tale richiesta può ritenersi soddisfatta qualora la mandataria possieda la quota maggioritaria dei requisiti complessivamente considerati (ad esempio la quota maggioritaria del fatturato globale, del personale tecnico, e di alcune classi e categorie di opere).

Risposta (rif. prot. gen. n.7546/09):

Ai sensi del punto 6.2 del disciplinare di gara nel caso di "... istanza presentata da parte di raggruppamento temporaneo di cui all'art. 90, comma 1, lettera g), del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, i requisiti finanziari e tecnici richiesti alle precedenti lettere b1), b2) e b4), devono essere posseduti, alla data di pubblicazione del bando, dal soggetto capogruppo mandatario in misura non superiore al 60%. La restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti. Il soggetto mandatario dovrà in ogni caso possedere i requisiti in misura maggioritaria.".

Pertanto, qualora un candidato possieda una percentuale superiore al 60% dei suddetti requisiti, esso può assumere il ruolo di capogruppo purché la quota dei requisiti imputabili alle imprese mandanti raggiunga almeno il 40% degli stessi.

La clausola di cui al punto 6.2 del disciplinare di gara può ritenersi soddisfatta qualora la quota percentuale imputabile al mandatario sia maggioritaria in relazione a ciascuno dei requisiti di cui alle lettere b1), b2) e b4). Con particolare riferimento al requisito b2) la quota maggioritaria imputabile al mandatario dovrà riguardare l'importo complessivamente considerato delle classi e categorie indicate al punto 3.5. del disciplinare di gara e non quello/i di ogni singola classe e/o categoria.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 16.3.09

 


Chiarimento 4) rif. prot. gen. n.4614/09

In riferimento alla determinazione n.30 del 13 novembre 2002 dell'Autorità di Vigilanza Lavori Pubblici, nella quale è espressamente indicato, a pag.7, che per il raggiungimento del requisito in una classe e categoria è possibile prendere in considerazione anche la classe e categoria la cui collocazione nell'ordine alfabetico sia pari o più elevata di quella stabilita nel Bando. In quanto questi interventi sono della stessa natura ma tecnicamente più complessi, si chiede se, in riferimento alla gara in oggetto, per il requisito di cui alla classe I categoria D è possibile prendere in considerazione anche la classe I categoria E.

Risposta (rif. prot. gen. n.7822/09):

ai sensi del punto 6.1 del disciplinare di gara i concorrenti, a pena di esclusione, devono aver svolto negli ultimi dieci anni:

"... servizi di cui all'art.50 del D.P.R.. 21 dicembre 1999, n.554 relativi a lavori appartenenti a ciascuna delle classi e categorie cui si riferiscono i servizi da affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti tariffe professionali, per un importo globale per ogni classe e categoria non inferiore a tre volte l'importo stimato dei lavori da progettare ..." (b2);

"... due servizi di cui all'art.50 del D.P.R.. 21 dicembre 1999, n.554, relativi a lavori, appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti tariffe professionali, per un importo totale non inferiore e 0,6 volte l'importo stimato dei lavori da progettare ..." (b3).

Pertanto non è possibile ammettere alla gara soggetti che abbiano maturato esperienza nella progettazione di opere appartenenti a classi e/o categorie non coincidenti con quelle richieste dal disciplinare (catt. Id, Ig, IIIa. IIIb e IIIc).
Ciò in quanto le opere riconducibili alle diverse categorie previste dall'art.14, legge 2/3/1949, n.143, anche se appartenenti alla stessa classe, implicano l'utilizzo di principi ingegneristici assai diversi (cfr. T.A.R. Lazio - Sez. I-bis, 30/3/2005, n. 2229). 

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 19.3.09

 


Chiarimento 5) rif. prot. gen. n.5953/09

In relazione al Bando richiamato in oggetto lo scrivente richiede i seguenti chiarimenti generali:
- se sia possibile, in caso di aggiudicazione, proporre alternative progettuali alle soluzioni funzionali indicate nello Studio di Fattibilità
- se alla Procedura possono partecipare gli autori dello Studio di Fattibilità e del Documento Preliminare alla Progettazione.

Risposta (rif. prot. gen. n.7757/09):

1. Ai fini della partecipazione alla gara, nella "busta B - Documentazione tecnica" deve essere contenuta, a pena di esclusione, la documentazione di cui al punto 10.6 del Disciplinare. Quanto alle modalità di svolgimento dell'incarico occorre fare riferimento al punto 3.3. dello stesso Disciplinare a cui fa rinvio.

2. Ai sensi del punto 10.2. del disciplinare di gara i candidati devono presentare la seguente dichiarazione:
- in caso di professionista singolo, di non aver partecipato alla redazione degli atti preliminari relativi alla presente procedura e di impegnarsi, in caso di aggiudicazione, al rispetto di quanto disposto dall'art. 90, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006;
- in caso di professionisti associati, che nessuno dei componenti lo studio associato ha partecipato alla redazione degli atti preliminari relativi alla presente procedura e di impegnarsi, in caso di aggiudicazione, al rispetto di quanto disposto dall'art. 90, comma 8, del D.Lgs. n. 163/2006
- in caso di società di professionisti, di società di ingegneria e di consorzio stabile, di non aver partecipato alla redazione degli atti preliminari relativi alla presente procedura, di non avere dipendenti o collaboratori che hanno partecipato ai predetti atti preliminari e di  impegnarsi, in caso di aggiudicazione, al rispetto di quanto disposto dall'art.90, comma 8, del D.Lgs. 163/2006.
Conseguentemente i soggetti che abbiano redatto o collaborato alla redazione dello Studio di Fattibilità o del documento preliminare alla progettazione non possono partecipare alla procedura.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 19.3.09

 


Chiarimento 6) rif. prot. gen. n.6056/09

1) non è stato fornito un modello di istanza di partecipazione? In tal caso è da intendersi l'uso libero di formulazione delle domande a discrezione dei partecipanti?
2) In merito alle figure professionali richieste per l'espletamento dell'incarico in oggetto: esiste un numero minimo da impiegare, pena esclusione? Sono da intendersi quelle al punto 6.1b4 del disciplinare di gara "...le 10 unità, così stimate per lo svolgimento dell'incarico"?
3) nell'ultima pagina del disciplinare di gara compare quale data di chiusura 03.02.2008. E' da ritenersi un errore si stampa? In tal caso si richiede un'eventuale rettifica che risulta rilevante per il calcolo dei requisiti relativi ai 5 esercizi antecedenti data di pubblicazione del bando.
4) all'art. 6.2 del disciplinare di gara si evidenzia la clausola 60% massimo di possesso, da parte del capogruppo mandatario in raggruppamento temporaneo d'impresa, dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi necessari per la partecipazione alla gara in oggetto: tale tetto massimo è raggiungibile con la presentazione dei lavori anche eccedenti tale quota, considerati per la parte di interesse(e cioè fino alla partecipazione del 60%), facendo presente che il nostro importo lavori supera di gran lunga tale soglia?
5)con riferimento all'art. 10.6 -"documentazione tecnica" - del disciplinare di gara, si chiede:
-se nella "relazione illustrativa della composizione del team di progettazione" -richiesto al 10.6.1 - possono essere indicati i nominativi di eventuali consulenti corrispondenti a figure professionali che non fanno parte di nessuna delle imprese dell'ATI.
-in quali pagine, tale suddette relazione illustrativa, essendo suddivisa per specifiche professionalità, permetterebbe la rappresentazione dell'organigramma e la descrizione del raggruppamento nella sua interezza
-è corretto interpretare gli elaborati grafici formato A2 a corredo del punto 10.6.IV - Relazione Tecnica Metodologica- come idee nuove, tecnologie di nuova applicazione, schemi, depliant o proposte, corredata da schizzi e disegni rappresentativi dell'idea specifica nelle 4 analisi del valore? Pertanto esplicativi di una proposta progettuale ad hoc o al contrario fanno riferimento a progetti esemplificativi già redatti?
-in quale punto dell'offerta tecnica -restando individuato precisamente il contenuto dei singoli punti della relazione Tecnica Metodologica in merito agli aspetti tecnologico-impiantistico-strutturale del progetto (rif.10.6.IV-1,2,3,4), sarebbe possibile illustrarne i suoi aspetti architettonico-compositivi?
6) escludendo la documentazione amministrativa esiste una parte della relazione metodologica in cui si possa descrivere un cappello introduttivo, l'organigramma del gruppo di lavoro e la descrizione dei componenti del raggruppamento?

Risposta (rif. prot. gen. n.7826/09):

Punto 1).
Secondo quanto indicato al punto 10.1. del disciplinare di gara l'"istanza di partecipazione alla gara (in bollo da euro 14,62) dovrà essere redatta in lingua italiana, presentata e sottoscritta:
a) dal professionista stesso, in caso di professionista singolo;
b) da tutti i professionisti associati candidati alla prestazione oggetto dell'appalto o dal legale rappresentante dello studio associato, ove esistente, in caso di professionisti associati;
c) dal legale rappresentante, in caso di società di professionisti;
d) dal legale rappresentante, in caso di società di ingegneria;
e) dal legale rappresentante di ciascun concorrente raggruppato, in caso di raggruppamenti temporanei;
f) dal legale rappresentante del consorzio e dal legale rappresentante di ciascuna consorziata candidata all'esecuzione delle prestazioni oggetto dell'appalto, in caso di consorzio stabile;
g) dal legale rappresentante o dal soggetto titolare del potere di legale rappresentanza, in caso di prestatori di servizi di ingegneria ed architettura di cui alla categoria 12 dell'Allegato IIA al D.Lgs 12 aprile 2006, n.163, stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi paesi.
Nell'istanza dovranno essere indicati gli estremi identificativi del sottoscrittore (nome, cognome, luogo e data di nascita, numero di codice fiscale o fattispecie equivalente per i concorrenti stabiliti in altri paesi U.E), eventuali estremi di iscrizione all'Albo professionale o fattispecie equivalente per i concorrenti stabiliti in altri paesi U.E, il nominativo/ragione sociale del concorrente e la sua tipologia (professionista singolo, professionista/i associato/i, società di professionisti, società di ingegneria, consorzio stabile), la sede legale del concorrente, il numero telefonico, il numero di fax, il numero di codice fiscale e/o partita IVA (o fattispecie equivalente per i concorrenti stabiliti in altri paesi U.E) del concorrente stesso.
L'istanza può essere sottoscritta anche da un procuratore del concorrente. In tal caso all'istanza dovrà essere allegata la relativa procura in originale o in copia autenticata ai sensi di legge".

 

Fatti salvi i contenuti sopra richiamati, non è stato fornito alcun modello di istanza di partecipazione.

Punto 2).
 Nel disciplinare di gara non viene indicato, a pena di esclusione, alcun limite minimo di figure professionali da impiegare.

Punto 3).
 Secondo il punto 6.1 del disciplinare di gara "I servizi di ingegneria che potranno essere valutati sono quelli iniziati ed ultimati nel decennio o nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando, ovvero la parte di essi ultimata nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente".

La data di pubblicazione del bando è il 05.02.2009. Per mero errore materiale nel disciplinare di gara pubblicato compare in calce la data del 03.02.2008 in luogo della corretta del 03.02.2009.

Punto 4).
 Ai sensi del punto 6.2 del disciplinare di gara nel caso di "... istanza presentata da parte di raggruppamento temporaneo di cui all'art.90, comma 1, lettera g), del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, i requisiti finanziari e tecnici richiesti alle precedenti lettere b1), b2) e b4), devono essere posseduti, alla data di pubblicazione del bando, dal soggetto capogruppo mandatario in misura non superiore al 60%. La restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti. Il soggetto mandatario dovrà in ogni caso possedere i requisiti in misura maggioritaria.".

Pertanto, qualora un candidato possieda una percentuale superiore al 60% dei suddetti requisiti, esso può assumere il ruolo di capogruppo purché la quota dei requisiti imputabili alle imprese mandanti raggiunga almeno il 40% degli stessi. (vedi chiarimento n.3, rif. prot. gen. n. 5721/09, pubblicato sul sito dell'Ente ospedaliero in data 16.03.2009).

Punto 5).
 La relazione illustrativa della composizione del team di progettazione, suddivisa per specifiche professionalità, anche con riferimento al coordinamento della progettazione stessa (nomi, job description), dovrà  essere di non più di 4 pagine formato A4 per ogni singola professionalità; il contenuto di tale relazione è lasciato alla scelta e alla discrezionalità dei candidati, con riferimento alle risorse a vario titolo impiegate, fermo restando che nella relazione non dovranno essere indicati dati o elementi relativi ai curricula dei professionisti e/o dei soggetti concorrenti.
Le relazioni tecniche metodologiche illustrative dei criteri e metodologia di ottimizzazione delle linee guida per la progettazione contenute nel Documento Preliminare alla Progettazione (D.P.P.) e nello Studio di Fattibilità, potranno essere corredate da un massimo di 2 elaborati grafici formato A2 ciascuno, il cui contenuto, lasciato alla scelta e alla discrezionalità dei candidati, potrà supportare graficamente quanto indicato nella relazione scritta.
Il contenuto delle relazioni  tecniche metodologiche illustrative dei criteri e metodologia di ottimizzazione delle linee guida per la progettazione contenute nel Documento Preliminare alla Progettazione (D.P.P.) e nello Studio di Fattibilità è lasciato alla scelta e alla discrezionalità dei candidati.

Punto 6).
 Il contenuto della relazione illustrativa della composizione del team di progettazione (punto 10.6. I. del disciplinare di gara), della relazione illustrativa relativa al metodo e l'organizzazione dell'attività di progettazione (punto 10.6. II. del disciplinare di gara) e della relazione illustrativa relativa al metodo e l'organizzazione per l'interazione con l'Ente ospedaliero e suoi delegati, con gli Enti istituzionali di riferimento e per i controlli interni che il concorrente intende attivare nello sviluppo della progettazione (punto 10.6. III. del disciplinare di gara) è lasciato alla scelta e alla discrezionalità dei candidati.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 19.3.09

 


Chiarimento 7) rif. prot. gen. n.6235/09

art.6 punto 6.1b3) del DISCIPLINARE DI GARA "REQUISITI DI PARTECIPAZIONE"
"...avvenuto espletamento negli ultimi dieci anni di due servizi relativi ai lavori, appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, per un importo totale non inferiore a 0,6 (zerovirgolasei) volte l'importo stimato dei lavori da progettare..."
Si chiede cortesemente di confermare che in caso di costituendo raggruppamento, debbano essere presentati per ogni classe e categoria due servizi svolti da componenti del raggruppamento temporaneo che raggiungano 0,6 volte l'importo stimato dei lavori da progettare (ad esempio due lavori in I C, due in I G...fino ad un massimo di dieci servizi).

Risposta (rif. prot. gen. n.8863/09)

Si conferma che in caso di costituendo raggruppamento temporaneo devono essere presentati, per ogni classe e categoria, due servizi svolti da componenti del raggruppamento temporaneo che raggiungano 0,6 (zerovirgolasei) volte l'importo stimato dei lavori da progettare.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 8) rif. prot. gen. n.6610/09

Con la presente sono a richiederLe un chiarimento in merito al bando di cui in oggetto:
-al punto 6.2 - Requisiti di partecipazione - del disciplinare di gara, viene richiesto che, in caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo, la capogruppo copra max il 60% dei requisiti e che il restante 40% venga ricoperto dalle mandanti.
A tale proposito si chiede di precisare, per cortesia, se tale percentuale è da intendersi per ciascun requisito ed in particolare per l'espletamento dei servizi negli ultimi 10 anni, se si intenda per ogni classe e categoria, oppure se è possibile intenderlo sull'importo totale richiesto, ad esempio: importo opere complessivo da progettare x 3=€299.013.000,00, il requisito delle mandanti si ritiene soddisfatto se la somma, delle varie classi e categorie, superi il 40% dell'importo ossia €119.605.200,00.

Risposta (rif. prot. gen. n.8864/09)

La percentuale di cui al punto 6.2 del disciplinare di gara riguarda i requisiti previsti dalle lettere b1), b2) e b4).
Quanto al requisito dell'espletamento dei servizi negli ultimi dieci anni si rimanda alla risposta al chiarimento n.3 (prot. gen. n.7546/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 9) rif prot. gen. n.6985/09

In relazione alla procedura in oggetto si chiede cortesemente di voler fornire i seguenti chiarimenti:
1) In fase di dimostrazione dei requisiti è ritenuta valida la certificazione di un Committente attestante l'importo complessivo dell'incarico accompagnata da un'autocertificazione dei progettisti riportante la suddivisione del suddetto importo nelle classi/categorie da tariffa professionale ed eventualmente integrata da valutazioni parametriche?
2) Con riferimento al "Requisito di partecipazione" - punto 6 lettera b3) del Disciplinare di gara..."avvenuto svolgimento negli ultimi dieci anni di due servizi di cui all'art. 50 del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554, relativi ai lavori, appartenenti ad ogniuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti tariffe professionali, per un importo totale non inferiore a 0,6 (zerovirgolasei) volte l'importo stimato dei lavori da progettare di cui al precedente punto 3.5" si chiede se lo stesso risulti correttamente soddisfatto presentando coppie di servizi per ogni classe e categoria anche afferenti a progetti diversi tra loro?

Risposta (rif. prot. gen. n.8866/09)

1) Ai sensi dell'art.48 del D.Lgs 12 aprile 2006 n.163, verrà richiesto ai concorrenti di produrre idonea documentazione a comprova dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa richiesti dal disciplinare di gara.

2) Ai sensi del punto 6.1., lettera b3) del Disciplinare di gara i partecipanti devono aver svolto "negli ultimi dieci anni due servizi di cui all'art.50 del D.P.R. 21 dicembre 1999, n.554 relativi a lavori appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare, individuate sulla base delle elencazioni contenute nelle vigenti tariffe professionali, per un importo totale non inferiore a 0,6 volte l'importo stimato da progettare".
Il requisito richiesto è soddisfatto mediante l'indicazione, per ognuna delle classi e categorie dei lavori di cui al punto 3.5. del Disciplinare, di due servizi, anche afferenti a progetti diversi, che raggiungano, per ognuna delle classi e categorie di lavori di cui sopra, un importo totale non inferiore a 0,6 (zerovirgolasei) volte l'importo stimato dei lavori da progettare di cui al punto 3.5. dello stesso Disciplinare.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 10) rif. prot. gen. n.7110/09

Con la presente siamo a porre i seguenti quesiti in merito al paragrafo 10.6 del disciplinare di gara in oggetto:
1.L'indice e la copertina della relazione esulano dal conteggio del numero delle pagine?
2.Al p.to I viene richiesta una relazione riguardante la composizione del team di progettazione, suddivisa per specifiche professionalità, dando un limite massimo di 4 pagine per ogni singola professionalità: se volessimo scrivere, relativamente a questo punto, anche una parte introduttiva, abbiamo un limite di pagine? Oppure, in alternativa, se non sfruttiamo tutte le pagine concesse per ogni singola professionalità, le possiamo utilizzare per questa parte introduttiva?
3. Al p.to I viene specificato che "nella relazione non dovranno essere indicati dati o elementi relativi ai curricula dei professionisti e/o dei soggetti concorrenti":
a) eventuali elementi inseriti in relazione che vengono considerati tra quelli da non indicare, portano all'esclusione del concorrente?
b) in riferimento ai professionisti, gli estremi di iscrizione all'albo profesionale e quelli relativi al conseguimento della laurea vengono considerati tra i dati da non indicare?

Risposta (rif. prot. gen.n.8867/09)

1) l'indice e la copertina degli elaborati presentati dai concorrenti ai sensi del punto 10.6 del Disciplinare di gara non sono da intendersi compresi nel numero massimo di pagine richieste.

2) si rimanda alla risposta al chiarimento n.6 punto 6) (prot. gen. n. 7826/09).

3) si rimanda alla risposta al chiarimento n.6 punto 6) (prot. gen. n. 7826/09). Si ribadisce comunque che nella relazione illustrativa di cui al punto 10.6 del Disciplinare di gara non dovranno essere indicati dati o elementi relativi ai curricula dei professionisti e/o dei soggetti concorrenti.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 11) rif. prot. gen. n.7228/09

Con la presente si richiede un chiarimento in merito all'interpretazione dell'articolo 6.2 del Disciplinare di Gara della procedura in oggetto, relativamente ai requisiti minimi richiesti alla Mandataria di un Raggruppamento Temporaneo di Imprese.

Risposta (rif. prot. gen. n.8869/09)

Circa il punto 6.2. del Disciplinare di gara e l'imputabilità dei requisiti finanziari e tecnici in capo al raggruppamento temporaneo si fa rinvio alle risposte ai chiarimenti n.2 (prot. gen. n. 7547/09), n.3 (prot. gen. n.7546/09) e n.6 punto 4) (prot. gen. n.7826/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 12) rif. prot. gen. n.7376/09

1)In merito al punto 10.6 del Disciplinare di gara, le pagine richieste in formato A4 - nei relativi punti I e seguenti, riferiti alle relazioni da produrre - sono da considerarsi fronte e retro o SOLO facciate di un A4?  Gli elaborati formato A2 devono essere ripiegati in forma A4 o possono essere pennellati?
2)In merito alle figure necessarie per l'espletamento dell'incarico in oggetto il ruolo di RESPONSABILE della singola attività specifica può essere ricoperto da più di una persona?
O al contrario resta comunque necessario individuare un responsabile UNICO, incluse le professionalità elencate nella sezione H - punto H.1, pag 127 del Documento Preliminare alla Progettazione, da voi fornitoci?
E tali responsabili sono poi identificabili con le professionalità richieste nel team di progettazione individuato nel punto 10.6.I del disciplinare di gara e seguenti - vale a dire nella "Documentazione tecnica da inserire nella Busta B"?

Risposta (rif. prot. gen. n.8870/09)

Punti 1) e 2)
Il contenuto dei documenti di cui al punto 10.6 del Disciplinare di gara è lasciato alla scelta e alla discrezionalità dei candidati.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 13) rif. prot. gen. n.7486/09

Con la presente si richiedono i seguenti chiarimenti in merito al punto 6.2 del Disciplinare di gara:
1.In caso di partecipazione di raggruppamento temporaneo il requisito massimo del capogruppo (60%) deve essere calcolato sul totale dei requisiti minimi o sul totale dei requisiti realmente posseduti dall'intero raggruppamento?
2. Il soggetto mandatario (capogruppo) deve possedere  i requisiti in forma maggioritaria assoluta (51%) o relativa rispetto all'intero raggruppamento? 

Risposta (rif. prot. gen. n.8871/09)

Ai sensi del punto 6.2. del disciplinare di gara nel caso di "... istanza presentata da parte di raggruppamento temporaneo di cui all'art. 90, comma 1, lettera g del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 i requisiti finanziari e tecnici richiesti alle precedenti lettere b1), b2) e b4), devono essere posseduti, alla data di pubblicazione del bando, dal soggetto capogruppo mandatario in misura non superiore al 60%. La restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti. Il soggetto mandatario dovrà in ogni caso possedere i requisiti in misura maggioritaria".
Pertanto, in caso di partecipazione di raggruppamento temporaneo, il requisito massimo (60%) imputabile alla capogruppo deve essere calcolato sul totale dei requisiti finanziari e tecnici richiesti dalle lettere b1), b2) e b4) del punto 6.1 del disciplinare di gara.
La quota dei requisiti finanziari e tecnici di cui alle lettere b1), b2) e b4) deve essere imputabile al mandatario in misura superiore - e, quindi, in misura maggioritaria relativa - rispetto a quella/e imputabile/i a ciascuna delle mandanti del raggruppamento temporaneo.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 14) rif. prot. gen. n.7607/09

Al punto 6 (REQUISITI DI PARTECIPAZIONE) del DISCIPLINARE DI GARA il punto 6.1 b2 unitamente al punto 6.2 farebbero intendere che il soggetto mandatario dovrebbe avere i requisiti maggioritari in tutte le specifiche professionalità, di cui invece il sottoscritto, attraverso l'istituto del raggruppamento temporaneo, intende delegare in parte a terzi.

Risposta (prot. gen. n.8873/09)

Circa l'imputabilità dei requisiti finanziari e tecnici di cui al punto 6.1., lettera b2) in capo al raggruppamento temporaneo, si rimanda alla risposta al chiarimento n.3 (prot. gen. n. 7546/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 15) rif. prot. gen. n.7943/09

Con riferimento alla Procedura per l'affidamento dell'incarico di cui all'oggetto il presente per formulare la seguente richiesta di chiarimenti:
- è consentito indicare all'interno del gruppo di progettazione proposto eventuali consulenti (Ingegneri e/o Architetti) per lo svolgimento di prestazioni specialistiche, che vengono vincolati unitamente all'ATI proponente tramite opportuna impegnativa da parte dei suddetti consulenti a svolgere il servizio specialistico di loro competenza in via esclusiva per tale ATI?

Risposta (rif. prot. gen. n.8875/09)

Si rimanda alla risposta al chiarimento n.6, punto 5) (prot. gen. n. 7826/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 16) rif. prot. gen. n.8091/09

Riguardo al paragrafo 10: MODALITA' DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA' DELLE OFFERTE, Vi saremmo grati di alcuni chiarementi:
al punto 10.1 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA:" L'istanza può essere sottoscritta anche da un procuratore del concorrente. In tal caso all'istanza dovrà essere allegata la relativa procura in originale o in copia autenticata ai sensi di legge."
Domande:
1. che cosa si intende per procura?
2. sono richiesti altri documenti da parte del concorrente da allegare?
3. nel caso di raggruppamento temporaneo l'istanza da presentare è unica firmata da tutti i legali rappresentanti di ciascun concorrente raggruppato
4. il procuratore può rappresentare tutti i legali rappresentanti di ciascun concorrente raggruppato nel caso raggruppamento temporaneo?

Al punto 10.2 e DICHIARAZIONE: in caso di raggruppamento temporaneo:
° " il legale rappresentante di ciascun concorrente raggruppato o raggruppando dichiara, assumendosene la piena responsabilità, quanto previsto negli allegati...in relazione alla forma giuridica del soggetto raggruppato o raggruppando"
° " le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da un procuratore del concorrente. In tal caso va trasmessa la relativa procura in originale o in copia autenticata ai sensi di legge."
Domande:
1. che cosa si intende per procura?
2. sono richiesti altri documenti da parte del concorrente da allegare?
3. il procuratore può rappresentare tutti i legali rappresentanti di ciascun concorrente raggruppato o raggruppando nel caso di raggruppamento temporaneo?

Al punto 10.3 QUITANZA DI VERSAMENTO: "la causale del versamento deve riportare esclusivamente il Codice Fiscale del partecipante e il Codice CIG
Domande:
1. il codice fiscale indicato può essere quello del procuratore del concorrente?
2. se si occorre allegare altro?
3. se no, e nel caso di concorrente straniero appartenente alla EU, che cosa si intende per Codice Fiscale ovvero quale codice può essere inserito?

al punto 10.4 DICHIARAZIONE DI INTENTI:
Domande:
1. anche il capogruppo mandatario deve sottoscrivere la dichiarazione?

Al punto 10.7 OFFERTA ECONOMICA: " in caso di raggruppamenti temporanei non ancora costituiti, la sottoscrizione dell'offerta e l'indicazione della riduzione... dovranno essere rese, a pena di esclusione, da tutti i soggetti facenti parte del raggruppamento temporaneo"
Domande:
1. la sottoscrizione e l'indicazione della riduzione possono essere sottoscritte anche da un procuratore dei concorrenti?

Generalmente è ammessa la firma digitale?

Risposta (prot. gen. n.8876/09)

Quanto alle modalità di presentazione e ai criteri di ammissibilità delle offerte, si rimanda al punto 10 del Disciplinare di gara, che contiene un'esaustiva e chiara indicazione dei documenti richiesti.

Quanto alla nozione di "procura" si fa rinvio alla vigente disciplina prevista dal codice civile.

Quanto alle modalità di versamento della contribuzione all'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici si fa rinvio al punto 10.3 del Disciplinare di gara e, per maggior completezza, per quanto possa occorrere, agli indirizzi di cui alla Deliberazione 24.01.2008 dell'Autorità stessa, modificata con deliberazione  30.07.2008.

Quanto alle modalità di sottoscrizione della documentazione di gara si fa rinvio al sopramenzionato punto 10 del Disciplinare di gara e alla vigente normativa in materia.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 

 


Chiarimento 17) rif. prot. gen. n.8237/09

In relazione alla gara in oggetto Le porgo il seguente quesito:
1. nel Disciplinare di Gara al paragrafo 6 Requisiti di partecipazione al punto b2) c'è scritto "avvenuto espletamento negli ultimi dieci anni di servizi relativi a lavori appartenenti a ciascuna delle classi e categorie...". Si devono vantare solo lavori che comprendono TUTTE le classi e catregorie indicate? Oppure si possono vantare anche lavori con solo alcune delle classi e categorie indicate?

Risposta (rif. prot. gen. n.8878/09)

Si rimanda alla risposta al chiarimento n.3 (prot. gen. n.7546/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 

 


Chiarimento 18) rif. prot. gen. n.8425/09

Il punto 6.2  del disciplinare di gara con procedura aperta per l'affidamento del servizio di progettazione preliminare del "Nuovo Ospedale Galliera" prevede "nel caso di istanze presentata da parte di raggruppamento temporaneo di cui all'art. 90, comma 1, lettera g), del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, i requisiti finanziari e tecnici richiesti alle precedenti lettere b1), b2) e b4), devono essere posseduti, alla data di pubvblicazione del bando, dal soggetto capogruppo mandatario in misura non superiore al 60%. La restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti. Il soggetto mandatario dovrà in ogni caso possedere i requisiti in misura maggioritaria"
CONSIDERATO CHE
la previsione appena richiamata non riguarda dunque i requisiti finanziari e tecnici richiesti dall'art. 6.1 lettera b3) del disciplinare di gara, in quanto tale disposizione non è richiamata dall'art. 6.2 predetto;
l'art. 37 D.Lgs. 163/2006, a sua volta, nulla dispone, in tema di servizi, in relazione al possesso dei requisiti indicati dal bando in capo al mandatario pittosto che alla mandante di un raggruppamento temporaneo;
per le ragioni che precedono, secondo l'interpretazione a nostro modo di vedere corretta del combinato disposto della normativa vigente e del disciplinare di gara pubblicato dalla stazione appaltante, il possesso dei requisiti finanziari e tecnici richiesti dall'art. 6.1 lettera b3) potranno dunque essere dimostrati indifferentemente dal mandatario così come dalla mandante di un raggruppamento temporaneo di concorrenti;
non precisando l'art. 6.1 lettera b3) del disciplianre di gara se i requisiti finanziari e tecnici da esso indicati siano o meno frazionabili tra i partecipanti al raggruppamento temporaneo, l'interpretazione dello stesso sembra suggerire che nulla osti alla frazionalità degli stessi, purchè il soggetto ammesso a partecipare alla procedura di affidamento sia in possesso segli stessi.
Tutto ciò premesso si chiede:
se il possesso dei requisiti finanziari e tecnici richiesti dall'art. 6.1 lettera b3) del disciplinare di gara avente ad oggetto procedura aperta per l'affidamento del servizio di progettazione preliminare del "Nuovo Ospedale Galliera" possa essere
a) dimostrato indifferentemente dal mandatario così come dalla mandante di un raggruppamento temporaneo di concorrenti;
b) anche frazionato tra i partecipanti al raggruppamento temporaneo, purchè il soggetto ammesso a partecipare alla procedura di affidamento sia in possesso degli stessi.

Risposta (prot. gen. n.8879/09)

Il requisito di cui al punto 6.1., lettera b3) del Disciplinare di gara può essere dimostrato indifferentemente dal mandatario così come dalla mandante del raggruppamento temporaneo.
Tale requisito può anche essere posseduto interamente da uno dei soggetti raggruppati ovvero cumulativamente dai soggetti che compongono il raggruppamento.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 19) rif. prot. gen. n.8430/09

In riferimento al bando di Gara in oggetto, si propongono i seguenti quesiti:
1- In caso di  partecipazione alla gara in costituendo Raggruppamento Temporaneo, il professionista iscritto all'Albo da meno di 5 anni può essere lavoratore dipendente di uno qualsiasi dei soggetti raggruppati?
2- In caso di partecipazione alla gara in costituendo Raggruppamento Temporaneo, è necessario dichiarare in fase di offerta le attività afferenti a ciascun raggruppato con l'indicazione della percentuale dei servizi da svolgere dallo stesso ragruppato? In caso affermativo, è corretto darne indicazione nella Dichiarazione di Intenti a raggrupparsi?
3- Con riferimento al punto 10.7.2 e 10.7.3 del Disciplinare di Gara, le giustificazioni di cui all'art. 86, c. 5 D.Lgs. n. 163 e l'indicazione della riduzione percentuale rispetto al tempo massimo fissato, vanno rese su carta legale o resa legale e comunque su due documenti sottoscritti separatamente rispetto all'offerta economica?
Si resta in attesa di Vostro cortese riscontro.

Risposta (rif. prot. gen. n.8880/09)

Punto 1.
Ai sensi del punto 6.1. del Disciplinare di gara i raggruppamenti temporanei devono prevedere la presenza di un professionista abilitato da meno di cinque anni all'esercizio della professione ai sensi dell'art.51, comma 5, del D.P.R. n.554/1999.
Il suddetto professionista può essere dipendente della mandataria o della/e mandante/i del raggruppamento temporaneo.

Punto 2.
Ai sensi dell'art.37, comma 4, del D.Lgs. n.163/2006, - richiamato dal punto 6.1. del Disciplinare di gara - "Nel caso di forniture o servizi nell'offerta devono essere specificate le parti del servizio o della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori economici riuniti o consorziati".
Tale dichiarazione, che va comunque resa, può essere, peraltro, contenuta anche nella dichiarazione di intenti di cui al punto 10.4. del Disciplinare di gara.

Punto 3.
La clausola di cui al punto 10.7 del Disciplinare di gara fa riferimento all'esigenza di acquisire:
1. offerta redatta su carta legale o resa legale ed in lingua italiana, contenente l'indicazione del ribasso percentuale offerto rispetto all'importo complessivo delle prestazioni posto a base di gara, come indicato al punto 3.4. del presente disciplinare di gara;
2. giustificazioni di cui all'art.86, comma 5, del D.Lgs. 12 aprile 2006, n.163.
3. indicazione della riduzione percentuale offerta rispetto al termine massimo fissato per la redazione del progetto preliminare, indicato al punto 3.6. del disciplinare di gara.
Soltanto il documento di cui sub 1 va redatto su carta legale o resa legale.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 20) rif. prot. gen. n.8579/09

In riferimento al bando di Gara in oggetto, si pone il seguente quesito:
1- E' ammessa la partecipazione alla gara in Costituendo Raggruppamento temporaneo tra le seguenti tipologie di soggetti: Società di Ingegneria, liberi professionisti e Raggrruppamento Temporaneo Costituito?
2- E' corretta l'interpretazione secondo la quale eventuali consulenze specialistiche ritenute significative per il progetto, quali consulenze di carattere medico-sanitario, archeologiche e relative alla ricerca di ordigni inesplosi, non devono essere elencate tra le prestazioni oggetto di subappalto, ma eventualmente solo evidenziate nella relazione illustrativa del metodo di organizzazione dell'attività di progettazione?

Risposta (prot. gen. n.8882/09)

1.Verranno ammessi alla gara i costituendi raggruppamenti temporanei conformi agli artt. 34, 37 e 90 del D. Lgs. 163/2006;
2.Si rimanda alla risposta al chiarimento n. 6, punto 5) (prot. gen. n. 7826/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 21) rif. prot. gen. n.8581/09

Con riferimento al requisito di cui al punto 6.1, lettera b4), pag. 4 del Disciplinare di gara "numero medio annuo del personale tecnico", trattasi di Bando Europeo e quindi nell'ottica di inserire strutture straniere all'interno di RTI di progettisti (art. 34, comma 1, lettera f bis) del D. Lgs. 163/2006), si chiede se è corretto interpretare che nel computo delle unità di personale appartenenti a tali strutture straniere possono essere considerati tutti quei consulenti e/o collaboratori che abbiano un contratto su base annua con tali strutture, qualora presso il loro stato di appartenenza non sia legislativamente contemplato il "contratto di collaborazione coordinata e continuativa".

Risposta (rif. prot. gen. n.8884/09)

Il possesso del requisito di cui al punto 6.1, lettera b4), pag. 4 del Disciplinare di gara "numero medio annuo del personale tecnico" verrà valutato ai sensi dell'art.47 del D.Lgs. n.163/2006.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 22) rif. prot. gen. n.7876/009

Con la presente siamo a porre i seguenti quesiti in merito al paragrafo 6 del disciplinare di gara in oggetto:
1.Requisiti di cui al punto 6.1.b3
I servizi richiesti per soddisfare il requisito succitato devono essere esclusivamente due o almeno due, presupponendo quindi l'utilizzo di più servizi per ogni classe e categoria richiesta?
2.Requisito di cui al punto 6.1
In caso di estrazione per la dimostrazione dei requisiti dichiarati o in caso di aggiudicazione, quali sono i documenti che la stazione appaltante richiederà ai concorrenti? Nello specifico, per la dimostrazione dei requisiti tecnici di cui ai punti 6.1.b2 e 6.1.b3 è necessario presentare le certificazioni di buona esecuzione delle opere emesse dai committenti o sono sufficienti le copie dei contratti e delle fatture quitanzate per pagamento?

Risposta (rif. prot. gen. n.8885/09)

Punto 1.
Si rimanda alle risposte ai chiarimenti n.9 (prot. gen. n.8866/09) e n.18 (prot. gen. n.8879/09).
Punto 2.
Ai sensi dell'art.48 del D.Lgs 12 aprile 2006 n.163, verrà richiesto ai concorrenti di produrre idonea documentazione a comprova dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa richiesti dal disciplinare di gara.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 


Chiarimento 23) rif. prot. gen. n.8093/09

In relazione alla gara in oggetto Le pongo i seguenti quesiti:
1- nell'Allegato "A4" al punto a) la società dichiara i requisiti di ammissibilità per la partecipazione alla gara. In caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo occorre individuare la quota di ciascuno? oppure, visto che nella frase dopo c'è scritto ..."nella misura prevista per quanto attiene le lettere b1), b2) e b4) al punto 6.2 del disciplinare di gara"...non serve?
2- nell'Allegato "A4" al punto g) può essere inserita la frase che "non sono cessati soggetti dalla carica nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara"...?
3- In caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo il Giovane Professionista può anche essere dipendente di una delle Società facente parte al Raggruppamento?

Risposta (rif. prot. gen. n.8888/09)

1.Si conferma che nell'Allegato "A4" al Disciplinare di gara deve essere resa la dichiarazione "... nella misura prevista, per quanto attiene le lettere b1), b2) e b4), al punto 6.2. del disciplinare di gara ...". Si rimanda, inoltre, alla risposta al chiarimento n.19 (prot. gen. n.8880/09);

2.Si precisa che, nel caso in cui non vi siano soggetti cessati dalla carica nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, il concorrente non è tenuto alla compilazione della dichiarazione di cui al punto f) (e non g) dell'Allegato "A4" al Disciplinare di gara;

3.Si rimanda alla risposta al chiarimento n.19 (prot. gen. n.8880/09).

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 30.3.09

 

 

 


Chiarimento 24) rif. prot. gen. n.8276/09

 

Ai sensi del punto 12 lettera b) del Disciplinate di gara, con la presente chiede chiarimenti in merito al punto 6.2 dello stesso Disciplinare.
Viste inoltre le vostre risposte al chiarimento n. 2 (prot. 5333/09 e prot. 7547/09), al chiarimento n. 3 (prot. 5721/09  e prot. 7546/09), al chiarimento n. 6 (prot. 6056/09 e prot. 7826/09) punto 4, con la presente si richiede di fare urgente chiarezza sul punto in questione.

Risposta (rif. prot. gen. n.8891/09)

Si confermano le risposte già fornite ai chiarimenti n. 2 (prot. n. 5333/09 e prot. n. 7547/09), n. 3 (prot. nn. 5721/09 e 7546/09) e n. 6 (prot. n. 6056/09 e prot. n. 7826/09), punto 4.

F.to Il R.u.P.
Ing. E.N. Bruno Urbina

data di inserimento 31.3.09

Azioni sul documento