Tu sei qui: Home » Notizie » Il Nuovo Galliera per la città

Il Nuovo Galliera per la città

Evento del 18 dicembre 2017

Sarà un ospedale a “misura di persona” e si proporrà come punto di riferimento regionale per la gestione dell’invecchiamento e della fragilità. Questo, ma non solo, è emerso in occasione dell’incontro di presentazione del progetto per il nuovo Galliera che si è tenuto il 18 dicembre scorso, presso la Sala delle Grida del Palazzo della Borsa di Genova.

Protagonisti dell’evento S.E.R. Card. Angelo Bagnasco, Presidente E.O. Ospedali Galliera, il Vice Presidente Giuseppe Zampini, il Direttore Generale Adriano Lagostena e il Direttore Sanitario Giuliano Lo Pinto.

«La Duchessa oltre cento anni fa aveva voluto il meglio per i pazienti del Galliera. Ma ciò che era il meglio allora, ora non va più bene. Questa è la ragione di questo percorso che è stato intrapreso e che vogliamo condividere con la città» ha sottolineato in apertura il Cardinale.

Il management dell’ospedale di Carignano ha voluto, attraverso un’operazione di ‘trasparenza’, presentare alla città i contenuti del progetto, snocciolando numeri e cifre precise, per fugare dubbi e mettere a tacere critiche e polemiche sollevate negli ultimi mesi da movimenti politici e comitati di quartiere. E proprio sul numero dei posti letto si è accesa la discussione. «Chi sostiene che il nuovo Galliera avrà solo 277 posti letto sbaglia – precisa Zampini – perché i suoi numeri derivano dal dimensionamento della capacità idraulica di una parte del progetto, senza tenere conto delle efficienze previste. I posti letto del nuovo ospedale saranno quindi 404, il 6 % in meno rispetto ai 431 attuali, ma razionalizzazioni e efficientamenti previsti nella nuova struttura ridurranno i tempi di degenza aumentando il numero di pazienti curati».

Su questo il Vice Presidente è stato chiaro, così come sul numero dei dipendenti: i 1.808 attuali attuali rimarranno invariati (1.700 nella nuova struttura ospedaliera e 150 nell’amministrazione e negli altri uffici spostati nei padiglioni storici).

All’interno, il nuovo ospedale sarà attraversato da percorsi semplici e distinti tra pazienti, visitatori e personale sanitario, con due ingressi: uno in Corso Aurelio Saffi, per l’accesso al Pronto Soccorso, e l’altro in Via Alessandro Volta.

«L’edificio avrà 7 piani di cui 3 esterni e 5.500 metri quadrati di giardino pensile – spiega Lagostena – perciò chi dice che taglieremo il verde sbaglia, poiché verranno abbattuti 128 alberi, ma ne verranno rimpiantati 170 e 1950 arbusti».

In occasione dell’evento al Palazzo della Borsa sono intervenuti anche il Sindaco di Genova Marco Bucci e l’assessore regionale alla Sanità Sonia Viale. Entrambi hanno pubblicamente sostenuto il progetto del Nuovo Galliera.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche di costi (140,5 milioni il lotto uno, ossia il nuovo edificio; 17,2 milioni il lotto due cioè l’ammodernamento e la sistemazione dei padiglioni storici) e di tempi (il progetto esecutivo nel 2018, via ai lavori nel 2019, fine indicata nel 2024). «Il finanziamento del nuovo ospedale consta in circa 43 milioni di euro (41 milioni, art. 71 legge 448 del ‘98 e 1,8 milioni, legge 135 del ‘90) - precisa Zampini - e in 88,1 milioni di euro che comprendono 43,3 milioni (stima delle cessioni degli immobili del Galliera) e 44,8 (mutuo) e in 9,6 milioni di euro (somme disponibili da precedenti cessioni)».

I vertici dell’azienda hanno tenuto a sottolineare come il nuovo ospedale conserverà un forte orientamento chirurgico, secondo la sua natura di ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione, e continuerà a garantire tutte le prestazioni in regime di urgenza, di elezione di chirurgia e di chirurgia specialistica, oncologia, radioterapia, nonché le prestazioni di diagnostica per immagini e di laboratorio all’avanguardia.

Video degli interventi delle autorità e della presentazione del Vice Presidente Giuseppe Zampini.

 

Rassegna stampa

Quotidiani:

Il Secolo XIX

Il Giornale

La Repubblica

Ansa

On Line:

Genova Quotidiana

Il Secolo XIX

Primocanale

Liguria Bizjournal

Telenord

Genova 24

La Repubblica

Video

TGR Liguria (edizione delle 19.30 del 18 dicembre)

Video

Azioni sul documento
Notizie
Mercoledì 24 gennaio, alle ore 17.30, presso la Sala dei Chierici della Biblioteca Berio di Genova, si terrà l' incontro "Vivere in salute" organizzato dalla Fondazione Umberto Veronesi.

Vaccini: cosa dice la scienza

Mercoledì 24 gennaio, alle ore 17.30, presso la Sala dei Chierici della Biblioteca Berio di Genova, si terrà l' incontro "Vivere in salute" organizzato dalla Fondazione Umberto Veronesi.
Sabato 27 gennaio, alle ore 10 Telenord "Salute 88".

Filo diretto con lo specialista su Telenord: "Focus sulle patologie tiroidee"

Sabato 27 gennaio, alle ore 10 Telenord "Salute 88".
Nuovi orari di visita per caregiver e visitatori ai pazienti del livello 3 - Cure intermedie, Geriatria, Ortogeriatria livello 2 e livello 3, Ortopedia e traumatologia

Ospedale aperto

Nuovi orari di visita per caregiver e visitatori ai pazienti del livello 3 - Cure intermedie, Geriatria, Ortogeriatria livello 2 e livello 3, Ortopedia e traumatologia
A partire dal 21  dicembre per i prossimi 4 mesi.

Apertura unità di crisi

A partire dal 21 dicembre per i prossimi 4 mesi.
Per professionisti, operatori e volontari.

Linee guida per la donazione di staminali

Per professionisti, operatori e volontari.
L'Ospedale informa...